giovedì 7 aprile 2011

Siamo tutti fregati

Sapete che c’è? Sono stufo. Stufo e incredibilmente stanco. Non è solo per questo anno e mezzo di inferno e di tormenti interiori, è un po’ per tutto quanto.
Sono stufo di indignarmi inutilmente, di criticare indistintamente giornalisti venduti, falsi amici, categorie intere, la politica, il falso volontariato, quelli che fanno finta di aiutarti e invece non aspettano altro che mettertelo in culo, le guerre fra poveri, l’economia malata, l’ottusità ambientale...
Tutto questo non è qualcosa che si può aggiustare con una rivolta, non basta un Kennedy, un Gandhi, un Martin Luther King. È tutto quanto il sistema a essere completamente sballato. È qualcosa che ormai è diventato genetico, impossibile da contrastare. Un muro di gomma che assorbe l’energia di qualunque critica, qualunque scandalo, qualunque porcata.
Non è più solo un fatto di costume, di corruzione, di malaffare. È qualcosa che ormai si è legato al nostro organismo come un cancro: impossibile estirparlo senza uccidere anche l’ospite.
Qui non si tratta di politici, economisti, intellettuali e compagnia bella. Qui si tratta degli italiani tutti. 
È così, cari ragazzi, ormai siamo fregati.

2 commenti:

  1. Ciao

    posso pubblicare questo post sul mio Blog www.vivereinbrasile.com ? Naturalmente citando la fonte .

    RispondiElimina
  2. Figurati, serviti pure.
    Ciao, Jolly

    RispondiElimina

I vostri commenti sono immediatamente pubblicati senza alcuna censura. Naturalmente vi esorto a osservare le elementari regole dell'educazione e del rispetto. I commenti che non osserveranno tali regole di civile convivenza verranno cancellati.